(LU-Camaiore) CASOLI fraz. TRE SCOLLI-SAN ROCCHINO-FOCE DEL PALLONE (mt.1091)-FOCE DEL TERMINE (o DEL CROCIONE)-GROTTA ALL'ONDA-SENTIERO ACQUEDOTTO-TRE SCOLLI (Anello) [§]

Località di partenza:

CASOLI fraz. TRE SCOLLI (mt.587)

Località di arrivo:

CASOLI fraz. TRE SCOLLI (mt.587)

Dislivello mt.:

504

Tempo totale:

4h:15'

Difficoltà

E

Punti di appoggio:

Agriturismo c/o Sn Rocchino - Albergo Alto Matanna c/o Foce del Pallone

Rifornimento acqua:

c/o punti appoggio-Fonte Tricucci-Fonte c/o acquedotto

Tratti ferrata:

No

Sequenza sentieri:

106-3-101-2-non numerato-106

Tipologia percorso:

ND

Immagini del percorso (31)
Disclaimer
Descrizione itinerario
Escursione del 21/11/2009 (revisionato il 09/10/2011)





Qui un approfondimento su Grotta all'Onda.

1° TRATTO: Tre Scolli – San Rocchino
dislivello:
mt. 222 (da quota 587 a quota 809) – tempo: 30' tempo totale: 30'
Si percorre il sentiero per pochi minuti, per arrivare alla strada asfaltata, che si segue per meno di un centinaio di metri, quando si troverà, sulla destra una strada sterrata. Il sentiero riprende alla confluenza di quest'ultima nella strada asfaltata.
Salita costante. Prima parte in sentiero stretto poi in mulattiera e quasi sempre in bosco.
All'altezza di un'abetaia con una costruzione, sotto un bel muro a secco, con una deviazione secca a destra (tornantino) si lascia la mulattiera e si arriva in breve davanti all'oratorio di San Rocco.
2° TRATTO: San Rocchino – Foce del Pallone
dislivello:
mt. 282 (da quota 809 a quota 1091) – tempo: 1h:20' tempo totale: 1h:50'
Gran parte in piacevole falsopiano e salita leggera. Subito dopo San Rocchino, in vista di un agriturismo si lascia il sentiero più largo per prenderne uno più stretto ed erboso a sinistra.
Altro bivio alla Foce di Grattaculo, sormontata da una croce e provvisto delle opportune indicazioni (al 09/10/2011): qui si va a destra (15-20 minuti da S. Rocchino), mentre a sinistra il 121 conduce al Rifugio Forte dei Marmi.
La Fonte Tricucci si trova subito dopo un grosso rudere a destra del sentiero (Loc. Toggiano), a 40' da San Rocchino. Difficile trovare acqua in estate.
Un ultima parte (breve) un po' più ripida conduce alla Foce del Pallone.
3° TRATTO: Foce del Pallone – Foce del Termine (o del Crocione)
dislivello:
mt. -121 (da quota 1091 a quota 970) – tempo: 20' tempo totale: 2h:10'
Questo tratto è stato recentemente ridisegnato (nostra visita del 09/10/2011). Il sentiero 101 non attraversa più il bosco di faggi del versante nord-est ma i prati del versante sud-est. Dalla foce del Pallone si va a destra seguendo l'ampia traccia appena sotto il filo di cresta, fino a valicarla, quindi si scende alla Foce del Termine (o del Crocione) seguendo il nuovo percorso ben segnalato e molto più panoramico di quello vecchio.
4° TRATTO: Foce del Termine (o del Crocione) – Grotta all'Onda
dislivello:
mt. -253 (da quota 970 a quota 717) – tempo: 1h tempo totale: 3h:10'
Si scende col sentiero nr.2 che costeggia il Fosso del Boschetto (secondo alcuni origine del Rio Lombricese, per altri soltanto un portatore d'acqua allo stesso), scendendo fino alla traccia (non segnata) che collega questo sentiero con Grotta all'Onda (circa 45' dalla Foce del Termine).
La deviazione è ben visibile sul lato destro del largo sentiero nr.2, proprio sul primo di una serie di tornanti di quest'ultimo e conduce in 15' a Grotta all'Onda.
5° TRATTO: Grotta all'Onda – Sentiero Acquedotto
dislivello:
mt. -105 (da quota 717 a quota 612) – tempo: 25' tempo totale: 3h:35'
Si costeggia tutta la parete rocciosa di Grotta all'Onda, per poi piegare a sinistra ed imboccare il sentiero che, inizialmente, per un breve tratto sale nel bosco. Quindi si inizia a scendere.
Si incontra un primo bivio: si sceglie il ramo di sinistra, in discesa (segni rossi).
In breve si arriverà ad una fonte con due vasche in cemento, quindi si salirà per incontrare un secondo bivio: qui si ignora la traccia che scende a sinistra e si sceglie quella che continua in salita (segni rossi), per poi scendere fino all'acquedotto, nei pressi di una passerella in ferro che permette di evitare una roccia sporgente (25' da Grotta all'Onda).
6° TRATTO: Sentiero Acquedotto – Tre Scolli
dislivello:
mt. -25 (da quota 612 a quota 587) – tempo: 40' tempo totale 4h:15'
Si prende a destra, si percorre la passerella e si seguono le piastre in cemento dell'acquedotto, praticamente in piano.
Si attraverseranno quindi una via asfaltata e poi uno sterrato sassoso, per arrivare finalmente alla stessa strada asfaltata che avevamo percorso all'inizio dell'escursione.
Sulla sinistra, dopo pochi metri, scende il breve tratto di sentiero che conduce al punto di partenza.
Viste su mappa: Come arrivare e Itinerario
Arrivati a Camaiore si seguono le indicazioni per Casoli.
Raggiungere il paese e oltrepassarlo, proseguendo per l’unica strada fino a raggiungere Tre Scolli. Lì ci si troverà di fronte ad un cartello di Strada Privata senza sbocco: proseguire per circa 300 metri, ignorando le varie strade (private) laterali, fino a raggiungere, subito dopo una curva a sinistra con uno spiazzo, una sbarra biancorossa alzata. Il sentiero si trova sulla destra (segnale bianco-rosso), all’altezza dello spiazzo in cui si può lasciare l’auto.
Note
Alla nostra visita del 09/10/2011, il tratto del sentiero 101 che congiunge la Foce del Pallone alla Foce del Termine è stato ridisegnato sul versante panoramico di sud-est, mentre, precedentemente, attraversava il bosco di faggi del versante nord.

Il percorso che congiunge il sentiero nr.2 con il nr.106 nei pressi della partenza/arrivo, non è numerato e nelle sue parti iniziale (dal sentiero nr.2 a Grotta all'Onda) e finale (sentiero acquedotto) non è neppure segnato, mentre la sua parte centrale (da Grotta all'Onda all'Onda fino all'acquedotto) è marcata con segni rossi.
A chi possiede un navigatore GPS consigliamo di usare la traccia scaricabile qui sotto nella sezione "Traccia GPS".

Alcune delle specie botaniche che si possono osservare nella giusta stagione lungo il percorso:
(visibili nella sez. “Flora”)


• Asfodelo montano (Asphodelus macrocarpus)
• Cerastio Apuano (Cerastium apuanum)
• Elleborina bianca (Cephalanthera longifolia)
• Fiordaliso di Trionfetti (Centaurea triumfettii)
• Genziana di Clusius (Gentiana clusii)
• Narciso, Giunchiglia (Narcissus poeticus)
• Orchide bruciacchiata (Orchis ustulata)
• Orchide gialla (Orchis provincialis)
• Orchidea maschia, Giglio caprino (Orchis mascula)
• Orchide minore (Orchis morio)
• Orchide screziata (Orchis tridentata)
• Platantera verdastra (Platanthera chlorantha )
• Rosa canina (Rosa canina)
• Saponaria rossa (Saponaria ocymoides)
• Vedovelle dei prati (Globularia Globularia bisnagarica)
Traccia GPS